Sblocca cantieri, marcia indietro sull’appalto integrato e sull’incentivo del 2%

0
162

Dietrofront su appalto integrato e sulla reintroduzione dell’incentivo per i progettisti dipendenti pubblici, per alcuni emendamenti al decreto-legge Sblocca-cantieri: non passa la reintroduzione dell’incentivo ai dipendenti pubblici del 2% e stop anche all’appalto integrato.

Marcia indietro anche sulla norma che introduceva tra le cause di esclusione dagli appalti pubblici per le imprese la non regolarità con gli obblighi di pagamento di imposte e contributi, anche non definitivamente accertati.

Cancellata anche la possibilità che un operatore economico possa essere escluso da una procedura di gara quando la causa di esclusione riguardi non già l’operatore medesimo, bensì un suo subappaltatore.

Infine, vengono meglio specificati i tempi di durata dell’esclusione dalla procedura d’appalto o concessione, laddove la sentenza penale di condanna definitiva non fissi la durata della pena accessoria dell’incapacità di contrarre con la PA.

LASCIA UNA RISPOSTA

Scrivi un commento
Scrivi il tuo nome