Messa in sicurezza delle scuole: nel Dl Crescita procedura negoziata fino a 5,5 milioni

0
74

Procedure d’appalto semplificate per la messa in sicurezza degli edifici scolastici: si potrà ricorrere alla procedura negoziata per affidare lavori fino a 5,5 milioni di euro. Lo prevede uno degli ultimi emendamenti approvati durante la discussione del Decreto Crescita.
Per garantire la messa in sicurezza degli edifici scolastici pubblici, gli Enti Locali beneficiari di finanziamenti e contributi potranno, nel triennio 2019 – 2021, affidare le gare di importo fino alle soglie comunitarie con procedura negoziata con consultazione, nel rispetto del criterio di rotazione degli inviti, di almeno 15 operatori economici. Per le gare di lavori, la soglia comunitaria è fissata a 5,5 milioni di euro.
Si tratta di una deroga notevole: lo Sblocca Cantieri, infatti, ha appena ribadito che la procedura negoziata (con consultazione di 15 operatori) può essere utilizzata soltanto per le gare di importo fino a 1 milione di euro.
Le imprese di costruzione o di ristrutturazione immobiliare che acquistano interi fabbricati per demolirli e ricostruirli o effettuare interventi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia, per poi rivenderli entro i successivi 10 anni, pagheranno l’imposta di registro e le imposte ipotecaria e catastale nella misura fissa di euro 200 ciascuna.

LASCIA UNA RISPOSTA

Scrivi un commento
Scrivi il tuo nome