Camerota, dopo dieci anni domani al via i lavori per la riapertura di una strada

0
143

Riprendono domani i lavori di completamento della strada in località Castello, con la riqualificazione (e restituzione alla pubblica fruizione) di un’area dal grande valore paesaggistico e ambientale: la collina a ridosso del palazzo marchesale dopo dieci anni di blocco e vicissitudini varie legate anche ad una inchiesta della magistratura.
Nello scorso mese di aprile la locale amministrazione comunale ha deliberato sulla nuova convenzione urbanistica relativa al piano di lottizzazione convenzionato in località Castello di Marina di Camerota, che prevede il completamento dei lavori dopo ben dieci anni di stop. Da domani il via all’intervento per la sola parte attinente la strada.
«I lavori – spiega il sindaco di Camerota, Mario Salvatore Scarpitta – prevedono il completamento di una strada, attesa da tutta la cittadinanza. Consentirà infatti di ovviare a situazioni di pensanti disagi, soprattutto nei mesi estivi, e all’eliminazione di un doppio senso di circolazione che da dieci anni rappresenta una grave mina vagante per la sicurezza degli automobilisti. Attiveremo un senso unico e, finalmente, risolveremo questo annoso problema».
La convenzione approvata dal Consiglio Comunale coinvolge, oltre alla locale amministrazione e ai proprietari dei lotti, anche la Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Salerno e Avellino «cui – aggiunge il sindaco – voglio rivolgere un particolare ringraziamento per la sensibilità dimostrata e la sollecitudine con cui ci ha consentito di ovviare ad una situazione di scempio e degrado, provocata dal fermo delle attività circa dieci anni fa».
Dopo lo stop ai lavori, nel 2009, determinato beghe burocratiche e da una inchiesta della magistratura, il paesaggio è stato tristemente caratterizzato da questi scheletri in cemento e cantieri abbandonati, oltre che da una strada non completata con i pesantissimi disagi evidenziati.
L’iter giudiziario si è concluso con il proscioglimento di tutti i 40 indagati.
«Ne è seguito un duro lavoro – spiega il primo cittadino di Camerota –di tutta l’amministrazione comunale, con un confronto che ha impegnato i nostri uffici di competenza tra cui anche l’assessore delegato all’Urbanistica Francesco Calicchio, che voglio ringraziare pubblicamente per l’impegno profuso nel perseguimento di un obiettivo per noi assolutamente prioritario e strategico, che avrà benefiche ripercussioni sul paesaggio, sulla vivibilità della zona, e su tutta l’economia del territorio ».
La nuova convenzione prevede un iter prioritario per la variante, molto importante per l’ente, per i cittadini e, soprattutto, per il traffico viario estivo. «All’impresa esecutrice – conclude il sindaco Scarpitta abbiamo chiesto uno sforzo per un sollecito completamento dell’intervento».
Appello prontamente accolto dalla LPG Costruzioni, che ha garantito ogni sforzo per una fruibilità completa e e definitiva della nuova arteria, già per questa estate, probabilmente già entro luglio.
Ci si appresta finalmente a scrivere l’ultimo capitolo di una storia che ha duramente segnato il comune di Camerota per un decennio: a breve, definiti gli ultimi step burocratici previsti in convenzione, saranno completate anche gli insediamenti abitativi e completato il programma di lottizzazione.

LASCIA UNA RISPOSTA

Scrivi un commento
Scrivi il tuo nome